(0 articoli) - 0,00 €

Non hai articoli nel carrello.

Benvenuto in Overland Shop

I 4 Libri di Overland Zoom

I 4 Libri di Overland

Scrivi la recensione di questo prodotto

Approfitta dell'incredibile offerta, prendi tutti e 4 i libri di Overland e invece di pagarli 156 € li pagherai solo 39 €!


Scopri i 4 Libri in formato 23 x 33 cm, ricchi di immagini e di storie fantastiche, da non perdere!

spedizioni entro Natale

SKU: LibCombo

Disponibilità: Disponibile

156,00 € 39,00 €
Descrizione prodotto

    Dettagli

    Da oltre 20 anni Overland racconta luoghi, persone, situazioni, e l'intera avventura di viaggio come esperienza umana vissuta in prima persona, trasmettendola a chi lo segue e sogna di viaggiare: in tv, su DVD e anche con splendidi libri ricchi di racconti e immagini.

    Approfitta dell'offerta speciale al 75% di sconto: 4 libri a 39€ anziché 156€!

     

     

    Scopri qualcosa in più sui libri di Overland:

    Le Grandi Carovaniere d'Asia

    Via della Seta, Via del Sale, Via del Buddhismo: sono le grandi vie carovaniere dell'Asia centrale, percorse nei secoli da commercianti, pellegrini, eserciti in guerra. Un mondo naturale affascinante di deserti, di steppe, dioasi, ai piedi delle montagne più alte della terra. Un mondo umano segnato dalla spiritualità delle due grandi religioni asiatiche, l’islamismo e il buddhismo. Non vie a senso unico, ma una ragnatela di carovaniere lungo le quali, da Oriente a Occidente e viceversa, sono transitate non solo mercanzie, ma anche religioni, idee, tecnologie.

    Alle grandi carovaniere d'Asia è dedicato il primo volume della collana Overland. Preceduto dal diario del viaggio che si è svolto dal marzo all'agosto del 1999 con partenza da Lisbona e arrivo a Pechino (Overland 4), il volume è articolato in due grandi settori: Le Vie della Seta e Le Vie dei Mercanti e dei Pellegrini. Il testo descrive dal punto di vista storico e geografico le principali vie di comunicazione dell'Asia centrale. Il ramo della Via cinese della Seta, da Xi'an a Kasghar, e quello che unisce Kasghar ai grandi centri carovanieri dell'Uzbekistan, Bukara, Samarcanda, Kiva. La Karakorum Hygway che collega il Pakistan allo Xinjiang attraverso il passo Kunjierab. La Strada dell'Amicizia, da Kathmandu a Lhasa, capitale del Tibet. La grande Strada Transimalajana, che si sviluppa alla base del Kailash, la montagna più sacra dell'Asia. Un viaggio affascinante a più livelli di conoscenza e d’interesse, in una dimensione del tempo e dello spazio completamente antitetica alla nostra e reso unico dalla ricchezza e dalla diversificazione dei mondi culturali incontrati: le moschee islamiche e i monasteri rupestri dello Xinjiang, lepagode del Nepal e della Cina, i grandi complessi monastici del Tibet, le carovane di cammelli del Pamir, le mandrie di yak al pascolo degli altipiani tibetani, passi, laghi e montagne sacre, villaggi oasi con i loro variopinti bazar e con la scacchiera dei campi coltivati ai piedi delle dune di sabbia del Gobi, gli accampamenti di tende dei pastori nomadi degli altipiani tibetani.

    Un viaggio spesso effettuato in condizioni ambientali difficili, nel caldo torrido dei deserti dello Xinjiang Uygur o nel vento gelido degli alti passi himalayani, dove la rarefazione dell’aria rende difficile il respiro, ma sempre trovandosi immersi in ambienti naturali di indescrivibile ampiezza e di straordinario fascino. Il tutto arricchito da un apparato fotografico di grande suggestione e di notevole valore documentario.

     

    L'Africa Australe

    Petter Johannesen e Luisa Sorbone sono gli autori di un libro dedicato all'Africa Australe, un atto d'amore per una zona del mondo dai forti contrasti, meravigliose mete esotiche ma anche arretratezza, desertificazione e disuguaglianza sociale.

    "... Nel 1998 la carovana di Overland raggiunse in nave il Sudafrica per dare inizio ad un viaggio che l'avrebbe portata alla scoperta del continente africano posto a sud dell'equatore. Attraverso la narrazione delle travagliate vicende storico-politiche e la descrizione di luoghi realmente visitati, spesso tra mille difficoltà causate dalla diffusa arretratezza di molte zone invase dal deserto, gli autori cercano di comprendere i complicati rapporti culturali ed interetnici sviluppatisi a partire dai secoli della colonizzazione europea e sfociati in fenomeni d'isolamento e d'impoverimento. Il libro va anche oltre svelando le meraviglie naturali ed umane di un mondo poco conosciuto, se non per i suoi drammi. ..."

     

     

    Sulle piste degli Indiani d'America

    In un mondo in rapida e incessante trasformazione, uno dei compiti che l’uomo deve assumere è quello di documentare i molteplici aspetti delle civiltà da lui stesso create nei secoli e che corrono il rischio di scomparire per sempre vittime del progresso. All’inizio del terzo millennio occorre quindi mettersi in cammino, ripercorrere le strade, i sentieri e le piste anche le più impegnative di ogni continente per poter avvicinare e conoscere “dal vivo” gli ambienti e le culture di maggiore interesse. Si salvaguarderà così dall’oblio un patrimonio di usi e di costumi che fa parte della cultura del mondo intero e lo si trasmetterà come un insegnamento alle future generazioni.

    Tra i 40.000 e i 15.000 anni fa popolazioni di cacciatori nomadi provenienti dalla Siberia hanno attraversato a più riprese lo Stretto di Bering allora saldato da una calotta di ghiaccio. Nel corso dei millenni successivi dall’Alaska si sono poi spostate verso l’America centrale e meridionale, adattandosi ai diversi climi e sviluppando differenti civiltà.

    Nel 1995 il “grande viaggio” viene ripetuto dai camion di Overland che percorrono per la prima volta in inverno le innevate distese della Siberia per poi effettuare il volo verso l’Alaska. È l’avventura di Overland 1, partito da Lisbona e giunto dopo a New York dopo un viaggio lungo 32.000 chilometri e durato quattro mesi. Ad essa ha fatto seguito quella di Overland 2 che nell’estate del 1997 ha proseguito il viaggio fino alla Terra del Fuoco, all’estremità meridionale del continente Americano: 40.000 km coperti in 140 giorni. L’itinerario di Overland 1 e la prima parte di Overland 2 fino al Messico costituiscono lo spunto per questo libro, il cui filo conduttore è offerto dalla storia del popolamento dell’America settentrionale da parte delle tribù di origine mongoliche e della loro articolazione in differenti aree linguistico- culturali. Una particolare attenzione è rivolta anche alla descrizione dei diversi ecosistemi e dei loro problemi di tutela e di conservazione.

    Proprio nello spirito più autentico della cultura dei nativi americani, testimoniato dalle parole di un loro capo: “L’uomo bianco è andato a camminare tra le stelle e non sa più amare il nostro pianeta. Lo sta distruggendo. Per noi ogni angolo della Terra è sacro. Noi siamo parte della Terra ed essa è parte di noi”.

     

    Le Grandi Carovaniere d'Asia

    Via della Seta, Via del Sale, Via del Buddhismo: sono le grandi vie carovaniere dell'Asia centrale, percorse nei secoli da commercianti, pellegrini, eserciti in guerra. Un mondo naturale affascinante di deserti, di steppe, dioasi, ai piedi delle montagne più alte della terra. Un mondo umano segnato dalla spiritualità delle due grandi religioni asiatiche, l’islamismo e il buddhismo. Non vie a senso unico, ma una ragnatela di carovaniere lungo le quali, da Oriente a Occidente e viceversa, sono transitate non solo mercanzie, ma anche religioni, idee, tecnologie.

    Alle grandi carovaniere d'Asia è dedicato il primo volume della collana Overland. Preceduto dal diario del viaggio che si è svolto dal marzo all'agosto del 1999 con partenza da Lisbona e arrivo a Pechino (Overland 4), il volume è articolato in due grandi settori: Le Vie della Seta e Le Vie dei Mercanti e dei Pellegrini. Il testo descrive dal punto di vista storico e geografico le principali vie di comunicazione dell'Asia centrale. Il ramo della Via cinese della Seta, da Xi'an a Kasghar, e quello che unisce Kasghar ai grandi centri carovanieri dell'Uzbekistan, Bukara, Samarcanda, Kiva. La Karakorum Hygway che collega il Pakistan allo Xinjiang attraverso il passo Kunjierab. La Strada dell'Amicizia, da Kathmandu a Lhasa, capitale del Tibet. La grande Strada Transimalajana, che si sviluppa alla base del Kailash, la montagna più sacra dell'Asia. Un viaggio affascinante a più livelli di conoscenza e d’interesse, in una dimensione del tempo e dello spazio completamente antitetica alla nostra e reso unico dalla ricchezza e dalla diversificazione dei mondi culturali incontrati: le moschee islamiche e i monasteri rupestri dello Xinjiang, lepagode del Nepal e della Cina, i grandi complessi monastici del Tibet, le carovane di cammelli del Pamir, le mandrie di yak al pascolo degli altipiani tibetani, passi, laghi e montagne sacre, villaggi oasi con i loro variopinti bazar e con la scacchiera dei campi coltivati ai piedi delle dune di sabbia del Gobi, gli accampamenti di tende dei pastori nomadi degli altipiani tibetani.

    Un viaggio spesso effettuato in condizioni ambientali difficili, nel caldo torrido dei deserti dello Xinjiang Uygur o nel vento gelido degli alti passi himalayani, dove la rarefazione dell’aria rende difficile il respiro, ma sempre trovandosi immersi in ambienti naturali di indescrivibile ampiezza e di straordinario fascino. Il tutto arricchito da un apparato fotografico di grande suggestione e di notevole valore documentario.

    Salva

    Salva

    Salva

Ulteriori informazioni

    Ulteriori informazioni

    No
    Fornitore No
Recensioni

    Scrivi la tua recensione: la vedrai pubblicata dopo l'approvazione dell'Ov Staff!

    Ogni utente registrato può scrivere una recensione. Per favore, accedi o registrati

CMS tab
I 4 Libri di Overland
39,00 €